• 10:00 - 12:00 | 16:00 - 18:00

logo mini

Chiamaci

+39 0125 789773

Apertura al Pubblico

Lunedì - Venerdì
10:00 - 12:00|16:00 - 18:00

Facci Visita

Via Baldissero, 21
Vidracco (TO)

20/5/07: IL GLOBAL PEACE MEDITATION DAY Per dimostrare il potere del pensiero indirizzato

Stampa Email

mag000220M
I risultati monitorati dall'Università di Princeton
Segreterie organizzative per l'Italia:
CONACREIS e Lama Gangchen World Peace Foundation
mag000220C
20 MAGGIO 2007: IL GLOBAL PEACE MEDITATION DAY
PER DIMOSTRARE IL POTERE DEL PENSIERO INDIRIZZATO.
Il Club di Budapest

di cui fanno parte tra gli altri il Dalai Lama, Liv Ullmann, H.E. Vaclav Havel, Pir Vilayat Inayat-Khan, Sir Peter Ustinov, H.E. Mikhail Gorbachev, Peter Russell, Dr. Edgar Mitchell, Desmond Tutu e Peter Gabriel - e la Laszlo Foundation, fondata dallo scienziato e candidato al Nobel Ervin Laszlo, prestigiose organizzazioni internazionali da anni impegnate per la diffusione della pace nel mondo, organizzano una serie di eventi mondiali coordinati per promuovere la pace sul nostro pianeta e per dimostrare scientificamente che il pensiero collettivo indirizzato ha il potere di modificare gli eventi.

Si tratta di momenti di meditazione guidata in nove punti diversi del mondo, dal Giappone all’Australia, dall’India al Canada, agli Stati Uniti, all’Europa. Per l’Italia il punto scelto per l’evento è la Federazione di Damanhur, in Piemonte, perché rappresenta un esempio di nuova società basata su valori spirituali e in armonia con l’ambiente.

Il Global Peace Meditation Day si terrà domenica 20 maggio 2007. L’obiettivo è di coinvolgere moltissime persone, in tutti i continenti, perché possano incontrarsi per meditare insieme sul tema della pace sul pianeta e su come ristabilire l’armonia con la natura.
Come cita l’invito della Laszlo Foundation “Considerato il sottile, ma in momenti critici assolutamente cruciale, effetto della consapevolezza sui valori e sui comportamenti umani, e di conseguenza sull’integrità della vita nella biosfera, lo scopo della meditazione è quello di aggregare, in parti diverse del mondo, una massa critica di cittadini interessati e spiritualmente impegnati, per meditare o pregare al fine di guarire, attraverso il potere della loro coscienza collettiva, il nostro pianeta, strappato dalle guerre e dalla violenza, minacciato dal punto di vista ecologico e in grande pericolo.”

E’ convinzione degli scienziati e filosofi organizzatori dell’evento che il pensiero coordinato di così tante persone avrà un effetto riscontrabile, sia a livello locale – con una evidente riduzione del tasso di violenza nella zona, come già provato con gli esperimenti tenutisi negli anni ’60 negli stati Uniti – sia sui valori e sui comportamenti umani, sull’intero pianeta.
Al fine di provare l’esattezza di questa ipotesi, gli effetti della meditazione saranno verificati da uno speciale gruppo di ricerca dell’università americana di Princeton, guidato dal professor Roger Nelson, attraverso speciali computer programmati per generare a caso serie costanti di zero e uno. I computer saranno monitorati per verificare possibili variazioni significative dalla casualità durante i momenti di meditazione: i ricercatori, infatti, sono convinti che l’effetto di questo pensiero armonico indirizzato renderà ordinate le sequenze dei numeri generati dai computer. I risultati saranno diffusi alla stampa e al pubblico in tutto il mondo.

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
Mercoledì 16 maggio 2007, ore 12
Terrazza Solforino
Via Bertolotti, 7 – 10121 Torino

I SITI DELLA MEDITAZIONE E NUMERO PREVISTO DI PARTECIPANTI:

Mount Fuji, Japan 10,000
Australia 1-5,000
Oneness Temple, India 20.000
Auroville, India 5.000
Margaret Island, Budapest, Ungheria 4-5.000
Federazione di Damanhur, Italia 5.000
Maasgebouw Stadion, Rotterdam, Olanda 2-3.000
Toronto, Canada 1-5,000
Hawaii, USA / Samoa 1-5,000

L’EFFETTO DEL PENSIERO
Esperimenti sull’influenza positiva di campi di coscienza armonici sono stati condotti fin dall’inizio degli anni ’70. In una ricerca condotta nel 1974 in quattro città degli Stati Uniti in scoprì che la percentuale di crimini nella zona urbana toccava un picco negativo quando almeno l’1% della popolazione partecipava ai programmi di Meditazione Trascendentale. Il “campo” prodotto dalla meditazione portava ordine e armonia nella vita dell’intera città. Gli scienziati hanno chiamato questo fenomeno di maggiore coerenza nella consapevolezza collettiva “Effetto Maharishi”, in onore del fondatore di Meditazione Trascendentale, che lo aveva annunciato già nel 1960. Ricerche condotte in centinaia di altre città hanno riprodotto lo stesso risultato positivo.
Questa capacità dei campi di coscienza umana di influenzare eventi – e anche il funzionamento di macchine e computer – sta diventando un fatto sempre più accettato dalla comunità scientifica internazionale.
Prove in questa direzione vengono dagli esperimenti dell’ Institute of Noetic Sciences in California, che utilizza random number generators, computer sofisticati che producono stringhe casuali di uno e zero. Test ripetuti sembrano indicare che la consapevolezza collettiva è in grado di influenzare queste sequenze casuali, dando un ordine alle stringhe quando si produce un campo positivo o aumentando l’entropia quando si produce un campo negativo.
L’esperimento del 20 maggio rappresenta un salto epocale. Mai prima sul pianeta è stato organizzato un evento che collega una serie di eventi/meditazioni su larga scala coordinando fedi e culture a Oriente e Occidente. E’ una “Prima globale”. I suoi effetti su strumenti artificiali ad alta sensibilità, come computer complessi, e su gruppi di esseri umani che interagiscono tra loro potrebbe produrre effetti senza precedenti. Dimostrarlo in modo controllato e verificato scientificamente sarebbe una notizia sensazionale e molto positiva per il futuro dell’umanità, perché mostrerebbe che il nostro modo di pensare, e persino I nostri stato di coscienza, possono influenzare il modo in cui noi e gli altri viviamo e agiamo. Potrebbe essere l’”effetto farfalla” che fa la differenza tra un destino di disgregazione verso la violenza e il caos, o uno di passaggio verso una civiltà più pacifica, umana e sostenibile.


FOLLOW-UP
A seguito della conclusione positiva Global Peace Meditation Day del 2007, questi eventi diverranno un appuntamento annuale, per culminare nel settembre 2012 con la Embrace the Planet Celebration, organizzata dal Club di Budapest. Milioni di persone si terranno per mano per creare una catena senza interruzioni tutto attorno al pianeta.



Project Management
Ervin Laszlo
Initiator and Principal Coordinator
The Laszlo Foundation and
The Club of Budapest
E-mail: ervin@ervinlaszlo.it

International Coordinating Secretariat
Ferenc Tisch

International Coordinator
E-mail: feri@byakko.org

Segreteria Organizzativa per L’Italia
CONACREIS e Lama Gangchen World Peace Foundation

E-mail: segreteria@conacreis.it, lgwpf@lgpt.net
tel-fax 0125.789773

Scarica l'invito ed il volantino dell'iniziativa:
Attachments:
FileFile size
Download this file (mag000220001.pdf)mag000220001.pdf255 kB
Download this file (mag000220002.pdf)mag000220002.pdf763 kB

Link Amici


logoolisticmap-mini
logorenudo-min
Logo Finethic

Convenzionato con


FAC

Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato su eventi, iniziative ed opportunità.

© 2016 - 2018 CO.N.A.C.R.E.I.S.

Utilizziamo i cookies tecnici per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e cookies di terze parti per ottimizzare le funzionalità del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, esprimi il tuo consenso all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Puoi modificare in qualunque momento le tue preferenze. Visualizza la Privacy policy